Simon Fujiwara – Who the Bær

Arte e cultura
Condividi
Un orsetto alla ricerca del proprio sé in un mondo fiabesco e inquietante. Con l'installazione di Simon Fujiwara, Fondazione Prada riapre al pubblico
Un orsetto alla ricerca del proprio sé in un mondo fiabesco e inquietante. Con l'installazione site-specific di Simon Fujiwara, Fondazione Prada riapre al pubblico

Martedì 2 marzo Fondazione Prada a Milano riapre al pubblico e inaugura la mostra “Who the Bær”, progetto site-specific concepito dall’artista inglese di origini giapponesi Simon Fujiwara per il piano terra del Podium della Fondazione. Quello creato da Simon Fujiwara è un mondo fiabesco, abitato da Who the Bær, un orsetto dei cartoni animati alla ricerca di un sé autentico. O meglio, un* ors* che non ha storia, genere definito o persino una sessualità

Who the Bær si trova in un ambiente piatto, online, visuale, ma pieno di infinite possibilità. Può trasformarsi o adattarsi in qualsiasi immagine che incontra, assumendo gli attributi e le identità di chi vi è raffigurato: esseri umani, animali o anche oggetti. In questo senso l’universo fantastico di Who è un mondo di libertà. Ma Who potrebbe anche non riuscire a superarla la sua sfida, ossia diventare qualcosa di più di una semplice immagine.

All’interno di Fondazione Prada, le avventure di Who the Bær si snodano in un grande labirinto di cartone, materiali riciclabili ed elementi creati a mano. Percorrendo l’installazione, che in pianta riproduce un* ors*, il pubblico prima assiste alla nascita di Who da un segno grafico elementare, quindi si immerge nelle sue avventure, un’alternanza di eventi felici o traumatici.

Il lavoro di Simon Fujiwara, ispirato dalla tradizione delle fiabe così come dai moderni film d’animazione, è un’indagine personale del desiderio umano che sta alla base delle attrazioni turistiche, delle icone storiche, delle celebrities, dell’edutainment e del neocapitalismo.

Percorso di formazione o una favola postmoderna, attraente e al contempo inquietante, l’opera di Fujiwara rivela il paradosso della duplice ricerca dell’invenzione e dell’autenticità nella cultura che consumiamo quotidianamente.

Inaugurazione: martedì 2 marzo 2021, dalle 14.00 alle 20.00
In mostra dal 3 marzo al 27 settembre 2021
Orari: dal martedì al venerdì, dalle 14.00 alle 20.00

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*

Data e luogo

Dal 02 Marzo 2021 - 14:00
al 27 Settembre 2021 - 20:00
Fondazione Prada, Largo Isarco 2, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati

© Copyright Mymi - Powered By