Ragionamenti sul sacro

Arte e cultura
Condividi
Il giovane artista Ludovico Bomben e l’artista del Secondo Futurismo torinese Fillia a confronto nella nuova mostra della galleria Il Vicolo
Il giovane artista Ludovico Bomben e l’artista del Secondo Futurismo torinese Fillia a confronto nella nuova mostra della galleria Il Vicolo

Conclude la stagione dedicata ai cinquant’anni della galleria Il Vicolo la mostra “Ragionamenti sul sacro” che vede il confronto tra un giovane artista, Ludovico Bomben (1982) e l’artista del Secondo Futurismo torinese Fillia (1904 – 1936) e sarà inaugurata giovedì 11 ottobre.

Appartenenti a epoche diverse gli artisti si incontrano nell’affrontare il tema del sacro, carico di retaggi simbolici.

In esposizione alcune grandi tele degli anni Trenta di Fillia che si riallacciano ai temi classici della tradizione cristiana (La Sacra famiglia, L’itinerario della Passione, Eternità) reinterpretati con quello sperimentalismo avanguardistico in rottura con le forme artistiche tradizionali proprie dell’epoca.

Le opere di Ludovico Bomben invece (in mostra troviamo sculture in metallo, corian  ma anche alcune tecniche miste su carta) si svestono della rappresentazione religiosa iconografica per restituire la “sensazione” evocativa e spirituale del legame col simbolo.

In Acquasantiera per esempio l’attenzione è riposta nella gestualità legata all’acqua, partendo dal gesto per eccellenza, il sacramento del battesimo dove il rito si compie ogni volta che le nostre mani toccano l’acqua. La forma ha la funzione di veicolare la nostra attenzione intorno al rito che si compie.

In altri casi invece le effigi diventano nuove immagini sacre contemporanee. Le icone si liberano della loro rappresentazione formale e oggettiva per farsi esse stesse simbolo di un concetto più ampio. Così la figura del Santo diventa generica e lascia il posto ad una scultura che rappresenta il “simbolo” nella sua totalità, ripulito da ogni condizionamento.  Per Bomben  non è più la cultura a dettare l’azione rappresentativa ma il nostro proprio sentire la tradizione cristiana, più accomodante e senza idoli.

Giovedì 11 ottobre 2018, ore 18.00
In mostra fino al 24 novembre 2018
Orari: da martedì a sabato, dalle 11.00 alle 19.00

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*

Data e luogo

Dal 11 ottobre 2018 - 18:00
al 24 novembre 2018 - 19:00
Il Vicolo, Via Pietro Maroncelli 2, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati



06/01/2019
09:00
Luoghi Vari, Milano

Domenica al Museo 2019

La prima domenica del mese i musei civici e molti altri luoghi d’arte di Milano e in tutta Italia sono visitabili gratuitamente

Arte e cultura

06/01/2019



20/12/2018
19:00
Libreria Fondazione Sozzani, Corso Como 10, Milano

La vita davanti a sé

Marco Missiroli e Manuele Fior presentano l’edizione illustrata da quest’ultimo del capolavoro della narrativa francese contemporanea di Romain Gary

Arte e cultura

20/12/2018



17/12/2018
19:00
PAC, Via Palestro 14, Milano

Eva Marisaldi “Trasporto Eccezionale”

Con la personale di Eva Marisaldi, tra le artiste più rilevanti della generazione nata negli anni Sessanta, il PAC di Milano riapre al pubblico

Arte e cultura

17/12/2018



16/12/2018
09:30
MUDEC, Via Tortona 56, Milano

Steve McCurry “Animals”

Con l’incredibile mostra del grande fotografo americano Steve McCurry dedicata al rapporto uomo/animale, inaugura il nuovo spazio espositivo del MUDEC

Arte e cultura

16/12/2018

© Copyright Mymi - Powered By