Prevenire è meglio che curare

MyMi News
Condividi
Problemi ai denti? Ecco alcuni rimedi e consigli per averli più sani e per curarli se danneggiati (articolo in collaborazione con Centro Medico Unisalus)
Problemi ai denti? Rimedi e consigli per averli più sani e per curarli se danneggiati

Carie dentale e Otturazione

La carie è una malattia batterica che attacca la dentina, cioè lo stato di smalto che ricopre i denti. Essa può peggiorare fino a raggiungere la polpa dentaria, dove si trovano i nervi, provocando grande dolore per il paziente. Per questo motivo è bene agire all’origine del problema attraverso l’otturazione.

Cos’è una carie?

Parlando di carie ci riferiamo quindi al danneggiamento dello stato di smalto protettivo dei denti.

Esistono diverse fasi della carie:

  • Iniziale
  • Superficiale
  • Profonda
  • Penetrante
  • Perforante

L’avanzamento della carie porta ad uno stadio di dolore sempre più intenso. Questo avviene perché, dopo aver intaccato la dentina, la carie continua a svilupparsi aggredendo la polpa dentale. Nell’ultima fase la carie può intaccare le zone che si trovano maggiormente in profondità: parodonto, osso e gengive. Questo avanzamento può portare alla creazione di un ascesso che ha spesso come conseguenza la perdita del dente.

Ma da cos’è causata la carie?

Quando mangiamo, si depositano sui denti batteri e residui di cibo. Essi, se non vengono rimossi, provocano la formazione della placca. Con il tempo i batteri danno origine ad acidi che attaccano la superficie dentale. Questo processo, se non viene curato, porta alla formazione delle carie. Il peggioramento della carie può arrivare addirittura alla perdita del dente.

Esistono però altri fattori di rischio classificabili come cause delle carie:

  • Assunzione di cibi e bevande zuccherate
  • Tabagismo
  • Scarsa salivazione
  • Struttura dentale debole

Come curare le carie?

Per eliminare le carie, il dentista rimuove le parti danneggiate del dente. Successivamente il dente verrà medicato e il foro sarà chiuso.

Il trattamento per le carie varia a seconda del loro sviluppo. Infatti, nello stadio iniziale il dentista potrà effettuare un’otturazione. L’otturazione dentale consiste nel rimuovere il tessuto interessato dall’infezione e colmare la cavità dentale con un materiale apposito di riempimento.

Tuttavia, se la carie si trova già in uno stato avanzato e ha raggiunto la polpa dentale, il dentista dovrà attuare un trattamento edodontico che consiste nella rimozione del nervo.

Nel caso più grave, ossia quando si parla di ascesso dentale, il dentista dovrà rimuovere il dente, sostituendolo con un impianto dentale.

È infatti dovere del dentista stabilire se una determinata situazione richiede un’otturazione o un trattamento maggiormente intensivo.

Come prevenire le carie dentali?

Prima di tutto una buona prevenzione si basa su delle corrette abitudini igieniche. Sono gesti semplici, che vanno però eseguiti ogni giorno:

  • Lavare bene i denti, almeno due volte al giorno.
  • Utilizzare collutorio e filo interdentale.
  • Effettuare controlli periodici dal dentista, di norma ogni 6-12 mesi. Una diagnosi precoce aiuta infatti a prevenire l’aggravarsi del problema.
  • Moderare l’assunzione di cibi e bevande zuccherati.
  • Evitare di assumere spesso cibi che possono rimanere bloccati nei solchi dentali.
  • Se si nota un’alta propensione allo sviluppo di carie è bene chiudere determinati solchi attraverso le sigillature dentali.

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con i medici del Centro Medico Unisalus.

All’interno di questo poliambulatorio specialistico a Milano, è presente anche un centro dentistico moderno e all’avanguardia.

Per maggiori informazioni visita il sito www.centromedicounisalus.it

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*
MyMi News
Condividi

Articoli Correlati

© Copyright Mymi - Powered By