Parcheggiare in centro? Si può e conviene di più

MyMi News
Condividi

Argomento sicuramente al centro dell’interesse europeo negli ultimi decenni, è quello della politica ambientale. Numerosi sono i provvedimenti attuati dai paesi membri per tutelare una risorsa che abbiamo a disposizione e che, a volte, sfruttiamo più del dovuto. Non è un caso, quindi, che in materia di protezione del luogo in cui si vive, ci si ritrovi a subire delle limitazioni sulla circolazione in città. Restrizioni che influenzano la possibilità di muoversi in determinati orari e di parcheggiare in precise zone.

Parcheggiare in centro a Milano

Prendendo d’esempio la città di Milano, il cui centro è sicuramente simbolo dell’unione di coloro che vivono nella zona interna e coloro che provengono dall’hinterland. Riuscire a parcheggiare in centro Milano permetterebbe di circondarsi di numerose attività aperte a tutti gli orari, così come di musei e strutture turistiche da visitare, qualora si fosse solo di passaggio.
È proprio questo il vantaggio che parcheggiare in centro a Milano comporta: non essere costretti a spostarsi da una zona all’altra con l’automobile, inquinando meno e godendosi la vista muovendosi a piedi, cosa che non si potrebbe fare se si fosse forzati a perdere tempo inutile alla ricerca di un parcheggio per ogni zona di cui si debba usufruire.

I parcheggi Milano sono sorvegliati da un sistema di telecamere e dal personale sempre presente.

In più, il Comune di Milano si occupa da sempre di tutelare – tramite una serie di misure per la regolazione del traffico – coloro che hanno necessità di circolare in tempistiche brevi o coloro che si trovano solamente in visita per un breve periodo e non sanno bene come muoversi nel movimentato panorama cittadino.

Il colore delle strisce di parcheggio: un fattore importante

Al volante è utile conoscere le zone in cui è possibile parcheggiare e quelle che sono, invece, dedicate a persone con particolari disabilità. Per orientarsi meglio si può sempre fare riferimento agli abitanti del posto, i quali sapranno sicuramente identificare le strade meno trafficate e quelle con più disponibilità di parcheggio, fornendo un aiuto non indifferente che permetterà di risparmiare parecchio tempo.

Qualora invece ci si volesse affidare al proprio sesto senso, muovendosi in autonomia, è bene conoscere le definizioni affiancate ai colori delle varie strisce, che spesso mettono in confusione coloro che ne sono meno abituati, oltre a pregiudicare l’utilizzo di un determinato parcheggio rispetto ad un altro. Così, secondo il Codice della Strada, non è possibile parcheggiare la propria auto al di fuori delle strisce di delimitazione (detti “stalli”), poiché si incorrerebbe in una sanzione.

Le strisce bianche

Come da Codice della strada (e, ovviamente, anche per il parcheggio Milano centro) le strisce bianche permettono di parcheggiare senza alcuna limitazione temporale né un pagamento da corrispondere. Questo tipo di segnaletica stradale permette di godere di una grande libertà di movimento, senza essere costretti a svolgere commissioni in fretta e furia per evitare l’incorrere in sanzioni. Può accadere, però (e a tal proposito si consiglia sempre di prestare attenzione alla segnaletica verticale) che un comune decida di imporre – in maniera preventiva – un limite di tempo anche nei parcheggi a strisce bianche, magari per evitare traffico eccessivo nelle ore di punta. Questo a Milano accade, ad esempio, nelle zone del Centro Storico, di San Siro o in Zona Bicocca, particolarmente frequentata in virtù dell’ambiente universitario.

Le strisce blu e quelle gialle

In città, tuttavia, riuscire a trovare un parcheggio gratuito e senza limitazioni temporali è quasi impossibile in determinati orari e per questo si è spesso costretti a ricorrere all’utilizzo di parcheggi a strisce blu, che rappresentano dei veri e propri servizi a pagamento. In base al tempo che si vuole dedicare alla visita della città o allo svolgimento delle proprie commissioni, si procederà, tramite un parcometro, da cui questo tipo di strisce è solitamente accompagnato, all’acquisto di un biglietto da inserire all’interno della propria auto nella zona del parabrezza, così che sia visibile ai vigili che potrebbero effettuare dei controlli ed accertare la legale fruizione dello stallo. Può capitare anche che per l’acquisto di questi biglietti ci si debba rivolgere a degli esercizi selezionati, autorizzati alla loro vendita.

Il problema delle strisce blu, però, si pone nel caso in cui si debba parcheggiare a lungo: non solo il costo potrebbe essere alto per molte ore, ma occorre anche ricordarsi di rinnovare e sostituire il biglietto del parchimetro sul cruscotto, cosa che potrebbe essere un problema se ci si trovasse molto lontani. Per evitare, quindi, una multa, il consiglio per lunghe soste a Milano è quello di scegliere un parcheggio Milano centro e da qui muoversi per tutta la città a piedi o con i mezzi, per tutto il tempo che occorre. La soluzione è particolarmente consigliata rispetto al parcheggiare più in periferia e all’aperto, sia per le difficoltà legate alle strisce stradali, che per motivi di sicurezza.

Le strisce blu, inoltre, permettono a determinate categorie di persone di non avere dei limiti di tempo nella loro sosta senza dover pagare nulla: siamo davanti ad eccezioni nate appositamente per individui con particolari disabilità o per i veicoli delle Forze dell’Ordine. In aggiunta a questi due colori abbiamo anche le strisce gialle, che sono dedicate ai residenti della zona, in quanto situate solitamente davanti ad abitazioni private. I parcheggi nei pressi delle stazioni e degli ospedali sono gratuiti nella maggior parte dei casi.

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*
MyMi News
Condividi

Articoli Correlati

Argomento sicuramente al centro dell’interesse europeo negli ultimi decenni, è quello della politica ambientale. Numerosi sono i provvedimenti attuati dai […]

MyMi News

14/04/2021

© Copyright Mymi - Powered By