Geografie dal Futuro: Esploratori 2.0. Capitani Coraggiosi

Arte e cultura
Condividi
Una delle tre mostre organizzate dal Mudec legate al tema della disciplina geografia, racconta dell'esplorazione novecentesca.
Una delle tre mostre organizzate dal Mudec legate al tema della disciplina geografia, racconta dell'esplorazione novecentesca

Il Mudec inaugura, a partire dal 28 settembre un’ambizioso e interessante progetto. Il titolo è Geografie dal Futuro e includerà tre mostre legate al tema dell’esplorazione novecentesca, dei nuovi territori e della disciplina geografia. Il programma include, oltre alle tre mostre, anche un palinsesto di eventi previsti per tutta la città di Milano. Lo scopo è quello di capire quali tipi di geografie definiranno i confini della nostra conoscenza del mondo nel futuro. Verrà raccontato un nuovo tipo di geografia, che grazie alla tecnologia odierna ha degli spazi sempre più ridotti. Il Mudec, museo delle Culture, si presta particolarmente a questo tipo di progetto, dal momento che la collezione permanente del museo è proprio legata alla storia dell’esplorazione, concetto prioritario per la costituzione delle sue collezioni civiche.

Esploratori 2.0. CAPITANI CORAGGIOSI. L’avventura umana della scoperta (1906 – 1990) 

Oltre ad essere una delle mostre di questa rassegna, si tratta anche della mostra scelta dal Mudec per celebrare il Novecento Italiano, tema scelto dal Comune di Milano per il palinsesto artistico-culturale di quest’anno. L’esposizione racconta le frontiere dell’esplorazione novecentesca fino a oggi: le vette, lo spazio, gli abissi e la terra più profonda, ovvero tutti i confini geografici toccati dagli esploratori professionisti dai primi decenni del ‘900 fino a oggi. Nella mostra sono stati inclusi pezzi della collezione permanente del Museo delle Culture, oltre a fotografie, filmati e cimeli di famose spedizioni. Sarà presente un particolare focus sulle conquiste maturate in Lombardia. Cinque le sezioni: I “nostri” esploratori, sezione introduttiva che spiega il perché della mostra; Misurare e Rappresentare, spazio dedicato alla cartografia del ‘900 e a quella odierna; L’esplorazione dell’Aria: vette, cieli e spazio riguardo l’esplorazione di altitudini elevate, attraverso tre affondi sull’alpinismo, sull’aviazione e sull’astronomia: L’esplorazione del sottosuolo: Le grotte, con focus sull’alpinismo sotterraneo e sul gruppo Grotte Milano; Geografie dal Futuro: Antropologia, arte e visioni, sezione che indagherà i futuri scenari della geografia.

La mostra, a cura del comitato scientifico composto da Franco Farinelli, Anna Maria Montaldo, Carolina Orsini e Anna Antonini, è promossa dal Comune di Milano-Cultura e sarà visitabile fino al 10 febbraio 2019.

 Ingresso Libero

28 settembre 2018 – 10 febbraio 2019

ORARI: Lun 14.30 ‐19.30; Mar, Mer, Ven, Dom 09.30 ‐ 19.30; Gio, Sab 9.30‐22.30

Le altre due mostre del programma Geografie dal futuro sono:

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*

Data e luogo

Dal 28 settembre 2018 - 09:30
al 10 febbraio 2019 - 19:30
MUDEC, 56, Via Tortona, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati



10/10/2020
09:30
Fabbrica del Vapore, Via Giulio Cesare Procaccini 4, Milano

Frida Kahlo. Il Caos Dentro

Un viaggio emozionante e multimediale a 360 gradi nel mondo di Frida Kahlo arriva a Milano a ottobre 2020

Arte e cultura

10/10/2020



11/09/2020
00:00
Fieramilanocity, Via Nicodemo Tranchedini, Portello, Milano, Lombardia, 20149, Italia

Miart e Milano Artweek edizione 2020

A settembre il mondo dell’arte sarà a Milano

Arte e cultura

11/09/2020

© Copyright Mymi - Powered By