Franco Toselli e gli artisti di “portofranco”. Soft Revolution

Arte e cultura
Condividi
Alla Triennale di Milano, e per la prima volta organicamente in un'istituzione culturale l’esperienza di “portofranco”, documenta con lavori storici e recenti
Alla Triennale di Milano, e per la prima volta organicamente in un'istituzione culturale l’esperienza di “portofranco”, documenta con lavori storici e recenti

Franco Toselli, gallerista fra i più noti internazionalmente per la sua tempestiva vicinanza ai movimenti di avanguardia dagli anni Sessanta a oggi, ha riunito a partire dagli anni Novanta, sotto il nome di “Portofranco” – scherzosamente legato a Franco Toselli stesso, ma che evoca anche un’idea di libertà -, alcuni artisti, giovani e meno giovani, che, muovendo soprattutto dall’arte di Salvo, Ontani, Boetti, Tony Cragg, Prini, e dal mondo poetico di Nicola De Maria, Jan Knap, Milan Kunc e Charlemagne Palestine, hanno praticato una pittura di ascendenza concettuale, caratterizzata da una intensa dimensione di liricità, di affabilità e di leggerezza. Non si tratta di un gruppo vero e proprio, ma piuttosto di un clima, di un’atmosfera condivisa, creata da una pittura che è insieme immagine e idea.

Dal 13 luglio al 26 agosto 2018 la Triennale di Milano ospita la mostra Franco Toselli e gli artisti di “portofranco”. Soft Revolution, a cura di Elena Pontiggia, che presenta per la prima volta organicamente in un’istituzione culturale l’esperienza di “portofranco”, documentandola con lavori storici e recenti.

Gli artisti in mostra:

Bonomo Faita, Fabrizio Braghieri, Enzo Forese, Angelo Formica, Francesca Fornasari, Helgi Fridjonsson, Riccardo Gusmaroli, Claus Larsen, Corrado Levi, Mizokami Kazumasa, Enzo Obiso, Paola Pezzi, Lisa Ponti, Luigi Puxeddu, Rosa Maria Rinaldi, Antonio Serrapica, Antonio Sofianopulo, Giacomo Toselli, Giampaolo Truffa, Gabriele Turola e altri ancora.

Sono esposte in mostra opere di tutti questi artisti e di alcuni dei loro principali punti di riferimento, tra cui un importante lavoro di Tony Cragg, il famoso Girasoledi Milan Kunc e la grande Spirale, 1988, di Peter Angermann.

Dal 13 luglio al 26 agosto 2018
Orari: da martedì a domenica, dalle 10.30 alle 20.30
Ingresso Gratuito

Data e luogo

Dal 13 luglio 2018 - 10:30
al 26 agosto 2018 - 20:30
Triennale, Viale Emilio Alemagna 6, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati



26/09/2018
18:30
Pisacane Arte, Via Carlo Pisacane 36, Milano

Le Donne, i Cavallier, l’Arme e…

L’architetto e studioso Giancarlo Prandelli – “l’ultimo allievo di Leonardo” – in mostra alla galleria Pisacane Arte di Milano

Arte e cultura

26/09/2018



27/09/2018
18:30
Galleria Fumagalli, Via Bonaventura Cavalieri 6, Milano

Keith Sonnier. Light Works, 1968 to 2017

Dalle prime opere storiche ai lavori più recenti, alla Galleria Fumagalli di Milano la prima mostra personale dell’artista americano Keith Sonnier

Arte e cultura

27/09/2018



26/09/2018
18:30
Deodato Arte Via Nerino 2, Milano

Tomoko Nagao: iridescent obsessions

In mostra per un mese a Milano, la famosa artista giapponese dallo stile manga e pop

Arte e cultura

26/09/2018

© Copyright Mymi - Powered By