Cinema Nuovo Orchidea: trovati affreschi del XVII secolo

MyMi News
Condividi
Durante i primi lavori di riqualificazione del Cinema Nuovo Orchidea, sono emersi alcuni affreschi risalenti al XVII secolo.
Il ridisegno vedrà la ridistribuzione degli ambienti al fine di consentire l'integrazione e il restauro degli elementi ritrovati.

E’ passato ormai più di un decennio dalla chiusura del Cinema Nuovo Orchidea. Un buio profondo dal 2009 intervallato da qualche flebile annuncio di riapertura. Un lungo abbandono interrotto per un periodo dal collettivo studentesco Lume.

Tante parole negli anni, ma questa volta la possibilità che il cinema riapra i battenti è reale. Dieci anni dopo dall’ultima volta sono iniziati i lavori di restauro al fine di recuperare la facciata del palazzo di via Terraggio, l’idea è chiara: restituire ai milanesi la storica sala d’essai in zona Corso Magenta. Un’era d’essai che negli anni ’70 ha visto titoli superbi. Da “Jules e Jim” di Truffaut, ad “Arancia Meccanica” di Kubrik.

Vere e proprie opere che hanno fatto la storia del cinema. Un cinema quasi finito nel dimenticatoio e, fortunatamente, riesumato dopo un così lungo periodo di inattività. Il Comune, per iniziare i lavori, ha stanziato un fondo di 1,3 milioni di euro per un intervento che ha lo scopo di far rinascere uno spazio culturale di natura polivalente.

La scoperta secolare al Cinema Nuovo Orchidea

Durante i primi lavori di riqualificazione dell’edificio di Via Terraggio, sono emersi alcuni affreschi risalenti al XVII secolo. Fino a questa scoperta, le uniche tracce visibili della sua storia secolare erano legate all’ambiente esterno: al cortile. Quest’ultimo presentava infatti tre colonne e sei nicchie un tempo decorate con conchiglie trasformate in parte in finestre. La nuova scoperta però non è così strana, era probabile che scavando a fondo il Cinema Nuovo Orchidea nascondesse altri tesori sepolti. In fondo era un palazzo quattrocentesco. Sembra inoltre che, questo ambiente, in pieno Rinascimento, rappresentasse il salone principale di Casa Medici, dimora donata nel 1486 da Gian Galeazzo Sforza e Ludovico il Moro a Lorenzo de Medici. Cosa è stato scoperto?

Affreschi sull’intera volta della sala, la facciata delle ex pareti del chiostro esterno, pavimenti originali in cotto lombardo. Importanti elementi di natura storico artistica, senza dubbio.

Cinema Nuovo Orchidea: il ridisegno

Il ridisegno vedrà la ridistribuzione degli ambienti al fine di consentire l’integrazione e il restauro degli elementi ritrovati. La sala cinematografica sarà spostata al piano interrato. Verrà quindi realizzata un’unica grande sala polifunzionale che conserverà la dimensione originaria e consentirà una fruizione in grado di valorizzarne i volumi e la volta affrescata.

Alla fine dei lavori, poi, verrà aperta una selezione pubblica per trovare un concessionario in grado “di assicurare la gestione degli spazi mantenendo sia un’elevata qualità artistica dell’offerta cinematografica sia la solidità economica del progetto”.

 

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*
MyMi News
Condividi

Articoli Correlati

© Copyright Mymi - Powered By