Carlo A. Galimberti – Pittura 4.0

Arte e cultura
Condividi
Per la prima volta in mostra le opere di Carlo Adelio Galimberti realizzate con il pennello elettronico seguendo la tecnica di pittura 4.0
Per la prima volta in mostra le opere di Carlo Adelio Galimberti realizzate con il pennello elettronico seguendo la tecnica di pittura 4.0

Giovedì 1 ottobre alla Galleria Ponte Rosso di Milano, prestigioso spazio espositivo in Brera, viene inaugurata la mostra di Carlo A. Galimberti “Pittura 4.0”, esplicativo titolo che rimanda alla tecnica utilizzata per la prima volta dall’artista, ossia il pennello elettronico, sull’esempio del britannico David Hockney.

«Sono un pittore classico e accademico che non disdegna di servire questa cultura con la tecnologia per ottenere risultati talvolta sorprendenti – spiega l’autore-.
Anche il Rinascimento si riferiva alla cultura classica, ma per fare un’altra storia.
I miei soggetti possono però essere contaminati dal tempo presente».

PITTURA 4.0 Carlo A. GalimbertiOltre ai dipinti di Galimberti, si potranno scoprire le fasi di una pittura 4.0 attraverso le immagini dei vari step su un display, quello che gli informatici chiamano il “time-laps”.

Sia in vetrina sia all’interno della galleria, saranno allestiti schermi ad alta definizione dove si potrà ammirare lo sviluppo di ogni dipinto. Partendo dalla tela bianca e, seguendo ogni evoluzione della mano dell’artista, si giungerà al compimento finale dell’opera. Uno spettacolo davvero unico.

Le opere esposte sono di diverse misure, dai 40 x 40 fino a 150 x 200 cm, per un valore massimo entro i 10mila euro. Si tratta di 10 dipinti elettronici realizzati su Ipad poi stampati in copie uniche ad alta risoluzione su tela; inoltre 20 dipinti ad olio classici, in maggioranza prodotti negli ultimi anni.

Inoltre, il giorno dell’inaugurazione, verrò trasmessa online un’intervista al filosofo Umberto Galimberti con le sue acutissime riflessioni sulla bellezza e sull’incursione della tecnica nella cultura contemporanea.

Giovedì 1° ottobre 2020, dalle 15.00 alle 20.00
In mostra fino al 24 ottobre 2020
Orari: da martedì a sabato > mattina su appuntamento ; pomeriggio 15.00-19.00

*Durante la mostra saranno seguite tutte le norme sanitarie anti-Covid vigenti. E’ obbligatorio indossare la mascherina

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*

Data e luogo

Dal 01 Ottobre 2020 - 15:00
al 24 Ottobre 2020 - 19:00
Galleria Ponte Rosso, Via Brera 2, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati



28/02/2021
11:00
Scalo Lambrate, Via Pietro Andrea Saccardo 22, Milano

Fabrizio Spucches – Once upon a time in 2020

Allo Scalo Lambrate la prima personale di Fabrizio Spucches, oltre 100 fotografie che raccontano in modo surreale la realtà della pandemia

Arte e cultura

28/02/2021



02/03/2021
10:00
Palazzo Reale, Piazzetta Reale, Milano

Le Signore dell’Arte. Storie di donne tra ‘500 e ‘600

A Palazzo Reale la prima grande mostra dedicata alle “Signore dell’Arte”, magnifiche artiste vissute tra il ‘500 e il ‘600, oggi finalmente tornate a risplendere

Arte e cultura

02/03/2021



25/02/2021
18:00
Studio d’arte Cannaviello, Piazzetta Bossi 4, Milano

Giosetta Fioroni

Lo Studio d’arte Cannaviello dedica due mostre all’artista romana Giosetta Fioroni, la prima con inaugurazione il 25 febbraio

Arte e cultura

25/02/2021



02/03/2021
14:00
Fondazione Prada, Largo Isarco 2, Milano

Simon Fujiwara – Who the Bær

Un orsetto alla ricerca del proprio sé in un mondo fiabesco e inquietante. Con l’installazione site-specific di Simon Fujiwara, Fondazione Prada riapre al pubblico

Arte e cultura

02/03/2021

© Copyright Mymi - Powered By