Carla Accardi. Contesti

Arte e cultura
Condividi
Al Museo del Novecento, dal 9 ottobre, la prima mostra monografica dedicata all'artista trapanese Carla Accardi da un'istituzione italiana
La grande mostra monografica dedicata all'artista trapanese Carla Accardi, la prima astrattista italiana donna riconosciuta a livello internazionale

Nell’ambito del palinsesto culturale “I talenti delle donne”, il Museo del Novecento di Milano presenta dal 9 ottobre la mostra “Carla Accardi. Contesti”, la prima monografica da una Istituzione pubblica a Carla Accardi (1924-2014), a sei anni dalla sua scomparsa.

“Carla Accardi. Contesti” presenta il percorso dell’artista trapanese in tutte le sue sfaccettature, proponendone una lettura nuova, che si differenzia da quella tematica delle più recenti monografiche, centrate principalmente sul suo repertorio di pittura segnico-cromatica.

CARLA ACCARDIAttraverso 70 opere circa e insieme a fotografie e documenti dell’Archivio Accardi Sanfilippo, il progetto riporta infatti al centro dell’indagine espositiva il panorama e il contesto storico, sociale e politico con cui l’artista si è rapportata, restituendo il ritratto di una donna coraggiosa e sperimentatrice. In un momento in cui le istanze della pittura erano di competenza pressoché maschile, la Accardi è diventata la prima astrattista italiana riconosciuta internazionalmente.

Il percorso della mostra si snoda attraverso una selezione di opere – dipinti, plastiche (sicofoil) e installazioni – individuate non solo per la qualità estetica, ma anche in quanto testimonianza della partecipazione dell’artista a importanti occasioni espositive.

All’interno della scansione storica, il percorso si articola in sezioni tematiche: l’esordio corale entro il costruttivismo di Forma 1; le Strutture degli anni ’50; le riflessioni analitiche sui Colori dei primi anni ’60; le precoci proposte con Plastiche e Installazioni nei secondi anni ’60; la riduzione concettuale dei Trasparenti e Telai degli anni ’70; e infine il ritorno alla pittura, testimoniato dalle grandi tele realizzate a partire dagli anni ’80.

Da venerdì 9 ottobre 2020 a domenica 27 giugno 2021
Orari Museo: mart, merc, ven, sab e dom 9.30-19.30 ; giov 9.30-22.30 ; lun chiuso
Biglietti: intero €5,00 / ridotto €3,00

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*

Data e luogo

Dal 09 ottobre 2020 - 09:30
al 27 giugno 2021 - 19:30
Museo del Novecento, Via Guglielmo Marconi 1, Milano
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati



26/11/2020
09:30
Mudec, Via Tortona 56, Milano

Robot – The human project

Un percorso che illustra l’incessante aspirazione a creare automi, i risultati e le questioni etiche e sociali intorno al tema

Arte e cultura

26/11/2020



25/11/2020
09:00
PAC - Padiglione d'Arte Contemporanea, Via Palestro 14, Milano

Zehra Doğan – Il tempo delle farfalle

Il video della performance dell’artista curda Zehra Doğan il 25 novembre sul sito del PAC per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Arte e cultura

25/11/2020



24/11/2020
21:00
Milano, Lombardia, Italia

MUSEOCITY presenta Connessioni culturali

Passeggiate insolite e percorsi d’arte: 4 incontri virtuali alla scoperta di Milano organizzati da MuseoCity e Milanoguida, ogni martedì dal 24 novembre

Arte e cultura

24/11/2020

© Copyright Mymi - Powered By