L’Arte ‘vive’ nelle Gallerie di Milano! 6 mostre imperdibili aperte al pubblico

Arte e cultura
Condividi
L'Arte non smette di vivere a Milano grazie all'apertura al pubblico - su appuntamento - di tantissime Gallerie. Ecco 6 mostre da visitare assolutamente!
L'Arte non smette di vivere a Milano grazie all'apertura al pubblico - su appuntamento - di tantissime Gallerie. E qui vi raccontiamo 6 mostre da visitare assolutamente!

Sappiamo ormai tutti che il colore “arancione” – chiaro o scuro che sia – ha tra le sue conseguenze la chiusura dei Musei. Ma non tutti sanno che invece le Gallerie possono rimanere aperte al pubblico! Attenzione, però: solo su appuntamento.

E a Milano le gallerie che hanno deciso di continuare ad accogliere i visitatori (sempre in totale sicurezza) e a proseguire, con determinazione e coraggio, il loro programma espositivo, sono tantissime. Che siano blasonati o più di nicchia, è proprio in questi preziosi spazi che spesso e volentieri gli appassionati d’arte vanno alla ricerca e scoprono le vere chicche.

Le gallerie sono quindi la soluzione ideale per continuare a godere e a usufruire dell’arte. Per questo abbiamo deciso di raccontarvi alcune tra le più importanti esposizioni attualmente in corso in città che spaziano in diversi genere artistici. Dalle installazioni site-specific alla scultura, dalla fotografia all’opera grafica, non vi resta che scegliere quale o quali vi interessano di più (magari organizzando un piccolo tour personale) e prenotare la vostra visita.

Goldschmied & Chiari: “DOVE ANDIAMO A BALLARE QUESTA SERA?” alla Galleria Poggiali

mostre gallerie milanoPartiamo dalle vetrine della Galleria Poggiali in Foro Bonaparte con l’installazione site-specific delle artiste Goldschmied & Chiari. Il titolo dell’opera pone una domanda che mai avremmo pensato potesse suonare anacronistica: “Dove andiamo a ballare questa sera?”. Titolo preso in prestito dalla guida pubblicata nel 1988 scritta dall’allora Ministro degli Esteri Gianni De Michelis. Ed è negli anni ’80 che torniamo, attraverso i resti di una festa finita, con la musica di quel periodo in loop senza nessuno che la balli. Le luci a intermittenza colorano lo spazio offuscate dal fumi di sigaretta. A terra bottiglie ormai vuote, insieme a coriandoli e mozziconi spenti.

L’installazione è visitabile su appuntamento fino al 31 marzo, dal venerdì al sabato dalle 11.00 alle 19.00, in Foro Bonaparte 52. Esposta per la prima volta nel 2015, questa è la sua prima apparizione in assoluto in uno spazio privato. Per info: www.galleriapoggiali.com/it

Mimmo Paladino: “I DORMIENTI” alla Cardi Gallery

mostre gallerie milanoUna delle più famose ed emozionanti installazioni del maestro della Transavanguardia italiana Mimmo Paladino, “I Dormienti”, per la prima volta è ammirabile a Milano, fino al 30 aprile negli spazi della Cardi Gallery. Con un allestimento inedito curato da Paladino e concepito per la galleria, le 32 sculture in terracotta ‘addormentate’ nella penombra, hanno come speciale sottofondo sonoro le composizioni musicali appositamente realizzate da Brian Eno. Una sorta di soffio vitale che vuole liberare queste figure dalla pesantezza del sonno.

La Cardi Gallery è aperta al pubblico, sempre su appuntamento, dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, il sabato dalle 11.00 alle 18.00. Qui il sito della galleria, ubicata in Corso di Porta Nuova 38www.cardigallery.com

“GIOSETTA FIORONI” allo Studio d’arte Cannaviello

mostre gallerie milanoLa mostra organizzata dallo Studio d’arte Cannaviello è un omaggio all’artista romana Giosetta Fioroni. Figura molto importante per lo studio d’arte milanese – durante la prima collettiva della galleria, tra gli artisti c’era anche un’esordiente Fioroni -, questa esposizione raccoglie oltre 20 opere da lei realizzate a inizio carriera. Produzione che Goffredo Parise, suo compagno di vita, definì “Argenti: diapositive di sentimenti”. E lavoro che le permise di essere inserita nella corrente artistica “Scuola di Piazza del Popolo” – risposta italiana alla Pop Art americana – insieme a Mario Schifano, Tano Festa e Franco Angeli.

La mostra è visitabile fino al 30 aprile, dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00, su appuntamento presso la galleria in Piazzetta Bossi 4. Per info: www.cannaviello.net

Enrico David: “CIELO DI GIUGNO” alla Gió Marconi

mostre gallerie milanoGió Marconi ospita invece per la prima volta una personale di Enrico David, “Cielo di giugno”. Ed è anche la prima volta che una sua mostra si compone esclusivamente di lavori grafici, di “inizi” e di “indizi” che in altre circostanze vengono poi tramandati in media e linguaggi differenti. Opere – materiali originari, note, bozze e disegni – in buona parte nati durante il periodo di concepimento dei contributi per il Padiglione Italia della 58° Biennale.

Il 20 marzo è il termine ultimo per visitare “Cielo di giugno”, dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00. Ecco il sito della galleria Gió Marconi, in Via A. Tadino 20www.giomarconi.com/en

Andrea Tirindelli: “INDICIBILE” alla MADE4ART

mostre gallerie milanoNuova sede – in Brera – e nuova mostra per la MADE4ART: “Indicibile”, personale dell’artista fotografo Andrea Tirindelli, visitabile fino al 10 aprile. La serie di scatti, realizzata tra il 2018 e il 2020, esplora le tracce dell’implacabile scorrere del tempo sui muri delle città. Opere senza autore create dal caso e destinate a sparire, che l’occhio e la sensibilità dell’artista riescono a riconoscere e a comunicare attraverso la macchina fotografica.

Ecco gli orari della galleria, da poco trasferitasi in Via Ciovasso 17: lunedì 15.00-19.30, da martedì a venerdì ore 10.00-19.30, sabato 15.00-18.00, sempre su appuntamento. Per info e per prenotare la propria visita: www.made4art.it

The Curators Milan: “REWILD” alla Galleria D’Arte Il Vicolo

mostre gallerie milanoChiudiamo questo ‘tour’ alla Galleria D’Arte Il Vicolo di Milano, dove ha preso vita un nuovo progetto, sociale e artistico, dedicato al Climate Change: REWILD. Presentato dal collettivo The Curators Milan, attualmente è in corso il primo dei sei appuntamenti in programma, “Prologue: Diatoms in the Multiverse”, che il pubblico potrà scoprire fino al 21 marzo. L’obbiettivo del progetto è far riflettere sul concetto di empatia attraverso cui si può stimolare la salvaguardia della biodiversità del pianeta e con essa la nostra stessa esistenza. Il tutto attraverso lo scambio immersivo fra composizione figurativa e plastica e digital art.

La Galleria si trova in Via Maroncelli 2 ed è aperta su appuntamento da lunedì a venerdì, dalle 11.00 alle 19.00. Info e contatti qui: www.galleriailvicolo.it

di Carlotta Pistone

Vuoi essere sempre aggiornato sugli eventi imperdibili di Milano?
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MYMI!

Do il consenso al trattamento dei miei dati personali finalizzato alla fornitura del servizio con le modalità indicate nell'informativa.*
Arte e cultura
Condividi

Articoli Correlati

© Copyright Mymi - Powered By